, , , ,

INEDITO 2020 | VIRTUAL ART PROJECT | ONLINE

CRAC-Chiara Ronchini Arte Contemporanea

Presenta

INEDITO 2020 – Virtual Art Project
visibile su
cracgallery.com
instagram
facebook

Artisti: Andrea Abbatangelo, Nicolò Baraggioli, Camille Beauplan, Valerio Belloni, Gianluca Costantini, Lorenzo De Angelis, Ester Grossi, Molino&Lucidi +Matteo Cantaluppi, Elisa Muliere, Stefano W. Pasquini, Sebastiano Dammone Sessa, Graphic Surgery, Artan (Shalsi), UNO, Giulio Zanet.

Inedito perché un momento così non lo abbiamo mai vissuto.

Inedito 2020, è una riflessione senza filtri, mai fatta in questi termini, su quello che sta accadendo, ora, nel mondo.
Inedito 2020 è la risposta da parte dell’arte al Covid-19.
Inedito2020 è dedicato a tutte quelle persone che purtroppo non ce l’hanno fatta.

La Galleria CRAC- Chiara Ronchini Arte Contemporanea, chiusa dai primi di marzo, ha cancellato momentaneamente con data da destinarsi, gli ultimi due appuntamenti della stagione.

Dopo un’attenta riflessione su quello che sta accadendo, CRAC ha rivolto la sua attenzione al mondo dell’arte, i pensieri sono stati molteplici, l’indecisione anche, ma poi, l’arte ha avuto la meglio, con la sua forza, la sua capacità di reagire, di reinventarsi e di essere sempre pronta al nuovo, perché insito nel suo DNA, ci ha convinto che mai come ora l’arte non può fermarsi, deve continuare, e forse, ripartire proprio da lei quando tutto sarà finito.

Inedito 2020 è un progetto virtuale, una mostra vera e propria, visibile solo nel mondo del web, attraverso i social.

15 artisti, molti dei quali impossibilitati a recarsi nel proprio studio, sono stati invitati a partecipare con un lavoro inedito, creato durante questi giorni di quarantena.

Ogni opera, accompagnata da un pensiero degli artisti e da un brano musicale, divengono così la risposta a tutto ciò.

La mostra ha una data di inaugurazione ma non una data di fine, perché nel web le cose rimangono, e per l’arte vale lo stesso, lei rimane, sempre. Inedito è ora online con l’intenzione di divenire realtà fisica una volta finito tutto questo.

Consapevoli del grande danno umano, fisico, psicologico ed economico che questo Virus sta provocando nel mondo, consapevoli che in parte non andràtuttobene, e che nulla tornerà come prima, Inedito 2020 vuole essere parte di una risposta culturale che non può e non vuole, rimane indifferente.

Con la speranza di ricominciare dall’arte, opere inedite, esposte virtualmente, sono quello che rimarrà oltre la paura e il ricordo di questo inaspettato momento.

Perché solo l’arte può.”

, , , ,

L’emergenza aguzza l’arte: i progetti a distanza di CRAC, Noero e Poleschi

L’emergenza aguzza l’arte: i progetti a distanza di CRAC, Noero e Poleschi

, ,

Andrea Abbatangelo | RADICAL TIME | 08/02 > 09/03/2020 | Opening: Feb 8th 2020 ore 18 | CRAC Gallery

,

Artan (Shalsi) | WAITING TO BOARD THE PLANE 14 /12 > 26/01 | Opening 14 dicembre 2019 ore 18 | CRAC Gallery

,

Lorenzo De Angelis | DISSONANT ALGO(RHYTHM) 26/10 > 24/11 | Opening 26 ottobre 2019 ore 18 | CRAC Gallery

, , ,

YOU’RE WELCOME: MOSTRA PERSONALE E PERFORMANCE DI LIUBA

LIUBA

YOU’RE WELCOME

Opening 7 giugno 2019 alle ore 19.
Fino al 21 luglio 2019
A cura di Giusy Petruzzelli

Inaugura il 7 giugno 2019 alle ore 19YOU’RE WELCOME. Il progetto raccoglie la serie di lavori che l’artista LIUBA ha dedicato, a partire dal 2013, alla crisi dei rifugiati. Presso gli spazi della Fondazione Pino Pascali di Polignano a Mare, saranno per la prima volta esposti insieme video, installazioni foto e performance partecipative che affrontano, con uno sguardo poetico e ironico, allo stesso tempo, una delle più gravi crisi umanitarie del nostro tempo in una mostra a cura di Giusy Petruzzelli.

L’organizzazione è di Nicola Zito e Susanna Torres della Fondazione Pino Pascali. L’esposizione si avvale dell’assistenza di Aurora Avvantaggiato e Raffaele Vitto.

La mostra personale YOU’RE WELCOME, oltre a raccogliere una serie di video, installazioni e documenti di LIUBA, presenta anche due performance partecipative site-specific (YOU’RE OUT! e Welcome Here) che saranno riproposte a Polignano in collaborazione con gli enti locali che si occupano della prima accoglienza, dopo un percorso di avvicinamento e conoscenza con l’artista e il suo progetto. La performance YOU’RE OUT si avvale del contributo live di Adriano Giuliani (chitarra) e Carmine De Marco (tamburello).

Per la Fondazione Pino Pascali, LIUBA propone un allestimento site specific dei video Refugee Welcome (2013-2015), per la prima volta presentato nella sua completezza come installazione, e una proiezione ambientale del video YOU’RE OUT! (2014-2016), primi nuclei concettuali della serie dedicata alla recente crisi umanitaria, e realizzati a Berlino coinvolgendo i rifugiati della tendopoli allestita in Orianienplatz – nel quartiere centrale di Kreuzberg – centro di accesi dibattiti e proteste. Saranno inoltre in mostra opere della serie With no time (2015-on going) – una riflessione sulla traversata via mare compiuta da tantissimi per raggiungere l’Europa – e una serie di materiali documentativi del processo di ricerca e collaborazione che ha portato alla realizzazione delle performance partecipative, come, ad esempio, le lettere scritte dall’artista ai richiedenti asilo coinvolti nel lavoro o la pubblicazione a tiratura illimitata Refugees videos, composta da poster di documentazione e chiavetta usb contente i video YOU’RE OUT! e Refugee Welcome.

Parte integrante del lavoro che LIUBA presenta per la mostra YOU’RE WELCOMEè il collegamento con il territorio e le realtà locali, in una dimensione collaborativa:in occasione dell’opening (7 giugno 2019)  le performance Welcome Here e YOU’RE OUT! saranno presentate in una versione site specific realizzata coinvolgendo i rifugiati presenti nel territorio di Polignano, grazie al coordinamento delle istituzioni e degli enti che si occupano di accoglienza nel territorio pugliese.

LIUBA

YOU’RE WELCOME 

presentata da: Galleria MarconiMonsanpolo del Tronto (AP)
con la collaborazione di CRAC – Chiara Ronchini Arte Contemporanea.
Opening: 7 giugno ore 19
Fino al 21 luglio 2019

Si ringraziano gli SPRAR di Polignano a Mare e Bari
Fondazione Pascali
Via Parco del Lauro 119, Polignano a Mare

www.museopinopascali.it

press@museopinopascali.it

 

LIUBA (1971) è un artista italiana che lavora con la performance, la videoarte e progetti interattivi site-specific e partecipativi. Attualmente vive tra Milano e Rimini, le sue due città. Ha vissuto a Bologna, New York e Berlino.Il suo lavoro si occupa di tematiche sociali, antropologiche, geografiche e filosofiche; di comportamento umano, interattività e casualità. Il suo linguaggio si avvale di performance e azioni site-specific che irrompono provocatoriamente nella vita quotidiana e del video come opera che assembla la performance, le reazioni delle persone e le identità dei luoghi coinvolti. La sua ricerca si basa sull’analisi della società contemporanea, investigando contraddizioni e problematiche del sistema sociale e del sistema dell’arte. È stato esposto in musei, festival e gallerie in Italia e all’estero, tra cui Artissima (Torino), PAC Padiglione d’Arte Contemporanea (Milano), WeissPollack Galleries (NewYork), Galerie Pascal Vanhoecke (Paris), Arte Fiera (Bologna), Scope (New York), Scope (Londra), Kreuzberg Pavillon (Berlino), Séquence (Chicoutimi, Canada), Grace Exhibition Space (Brooklyn, New York), Image Movement (Berlino).

, , ,

Juliet – Increase: Graphic Surgery da CRAC Gallery

Increase: Graphic Surgery da CRAC Gallery

Dopo la canonica pausa estiva, anche Chiara Ronchini Arte Contemporanea riapre le porte al pubblico. La giovane galleria ternana, che in questo 2018/2019 vede il secondo anno di attività, inaugura la nuova stagione dedicata all’indagine circa le odierne implicazioni e reciprocità del binomio SoReal/UnReal (Reale/Irreale), con la proposta di una programmazione dalla grande qualità che ambisce anche a oltrepassare lo spazio fisico della galleria.