, , ,

Juliet – Increase: Graphic Surgery da CRAC Gallery

Increase: Graphic Surgery da CRAC Gallery

Dopo la canonica pausa estiva, anche Chiara Ronchini Arte Contemporanea riapre le porte al pubblico. La giovane galleria ternana, che in questo 2018/2019 vede il secondo anno di attività, inaugura la nuova stagione dedicata all’indagine circa le odierne implicazioni e reciprocità del binomio SoReal/UnReal (Reale/Irreale), con la proposta di una programmazione dalla grande qualità che ambisce anche a oltrepassare lo spazio fisico della galleria.

 

, , ,

GORGO. INCREASE: I Graphic Surgery in mostra da CRAC

INCREASE: I Graphic Surgery in mostra da CRAC

Ad un anno dalla sua apertura la galleria CRAC – Chiara Ronchini Arte Contemporanea di Terni propone SO REAL/UNREAL, un nuovo ciclo di mostre dedicato al reale e all’irreale.
La nuova stagione espositiva continua a lasciare ampio spazio agli artisti coinvolti e rappresenta una opportunità di riflessione su quello che vediamo e viviamo tutti i giorni, ovvero quella conseguenza di emozioni e sensazioni contrastanti capaci di confonderci fino a non distinguere più cosa sia reale e cosa irreale. Ad inaugurare questo nuovo ciclo di mostre il duo olandese Graphic Surgery.

,

EXIBART | SORPRESE IN PROVINCIA. CHIARA RONCHINI CI PARLA DELLA NUOVA STAGIONE DELLA CRAC DI TERNI

http://www.exibart.com/notizia.asp?IDNotizia=59764&IDCategoria=204

La Galleria Crac di Terni dà il via alla seconda stagione espositiva, con il progetto “So Real/Unreal”. La curatrice, Chiara Ronchini, ce ne ha illustrato gli obiettivi, tracciando un bilancio del primo anno di attività. Impegnativo ma, a quanto pare, davvero molto costruttivo.

A un anno dal debutto e in vista di una nuova stagione: qual è il bilancio che puoi trarre al termine del primo atto? Possiamo considerarla una scommessa vinta? Come ha risposto la città e l’ambiente culturale locale al progetto?
«A solo un anno dall’apertura non mi sento ancora di affermare se la scommessa è vinta, ma posso dire di essere molto soddisfatta: la stagione passata è stata impegnativa, con una mostra al mese, ma sono state delle personali bellissime, lavori complessi e sperimentazioni.

Con ogni artista abbiamo costruito un dialogo importante verso l’esterno che ci osserva e posso dire che sia l’ambiente culturale che la mia città sono stati incuriositi e interessati a questi dialoghi. Sono molto felice, di questo».

Continua a leggere

, , ,

SEASON.2 18/19 | SO REAL/UNREAL | SABATO 27/10 H18.00 | INCREASE | GRAPHIC SURGERY

CRAC-Chiara Ronchini Arte Contemporanea Presenta
SO REAL/UNREAL

Inaugurazione sabato 27 Ottobre ore 18
27 ottobre – 1 dicembre

SEASON II

La Galleria CRAC- Chiara Ronchini Arte Contemporanea, a un anno della sua apertura, presenta la sua nuova stagione di mostre, dedicata questa volta al reale e all’irreale.
Un tema che lascia ampio spazio di interpretazione agli artisti, lasciandoli liberi di esprimersi, sperimentando e creando anche lavori site-specific.
SO REAL/UNREAL è una riflessione incondizionata di quello che vediamo e vi- viamo tutti i giorni, una conseguenza di emozioni e sensazioni contrastanti tra loro, capaci di confonderci fino a non distinguere più cosa sia realmente reale e irreale.

Continua a leggere

, , ,

Gorgo Magazine | Save our Souls: Il murale di MP5 a Terni

Gorgo Magazine

CRAC Gallery – MP5 – “Save our Souls”.

Per il progetto #Solocosebelle del Comune di Terni nei giorni scorsi MP5 ha realizzato una nuova murale a Terni dal titolo “Save our Souls”.
Curato da Chiara Ronchini della omonima galleria d’arte contemporanea, il progetto è un programma di rigenerazione urbana pensato per valorizzazione e innestare la street art all’interno del tessuto cittadino di Terni.

, , ,

Matteo Ceretto Castigliano. Intervista a cura di Federica Fiumelli

Matteo Ceretto Castigliano.

Matteo Ceretto Castigliano, l’intervista !

Pubblicato da Chiara Ronchini su giovedì 3 maggio 2018

, ,

Artribune. Aprire una galleria d’arte a Terni. Crac Gallery, nuovo spazio di Chiara Ronchini. L’intervista

Crac Gallery
Intervista a Chiara Ronchini – Artribune

, , ,

Orizzonte artificiale | Matteo Ceretto Castigliano | Inaugurazione sabato 24 febbraio H 18.00 / 21.00

ORIZZONTE ARTIFICIALE / Matteo Ceretto Castigliano

24.02.2018- 25.03.2018

Inaugurazione | sabato 24 febbraio | h 18.00 – 21.00

CRAC- Chiara Ronchini Arte Contemporanea
Quarto appuntamento per il progetto GRANDENEROGRANDEBIANCO
alla Chiara Ronchini Arte Contemporanea con la personale
dell’artista Matteo Ceretto Castigliano.

ORIZZONTE ARTIFICIALE
L’orizzonte artificiale, detto anche indicatore di assetto, è uno strumento giroscopico che permette di conoscere l’assetto di un aeroplano anche in condizioni di bassa visibilità. È quindi indispensabile per il volo strumentale come indicatore per il beccaggio e per il rollio.
Matteo Ceretto Castigliano, artista Torinese classe 1985, con Orizzonte Artificiale intende tracciare una rotta immaginaria partendo da coordinate convenzionali, oggettive, unitamente a coordinate concettuali, teoriche.
La rotta tracciata è una linea che da Torino giunge a Terni, rilevando così analogie tra passato e presente della storia metalmeccanica di entrambe le città.
Un articolato percorso che inevitabilmente trova la sua rappresentazione nei valori e nelle specificità di un luogo che affonda le sue radici nell’identità industriale.

La realizzazione delle opere è avvenuta interamente in territorio ternano e la loro progettazione a Torino.
Per la realizzazione delle opere si ringrazia la preziosa collaborazione di due Aziende: la Giancarlo Bolli S.r.l., e la R.D.A Multi Service di Terni.

L’opera di Matteo Ceretto Castigliano (CT) affonda le sue radici nella cultura del Writing.
Dalle prime sperimentazioni, influenzate dagli stili più innovativi dei graffiti, è passato in modo progressivo ad una ricerca minuziosa capace di cogliere ed evidenziare i cambiamenti del paesaggio urbano.
Le fascinazioni ricevute dai graffiti sono tuttavia presenti nelle fasi di questo processo: Il soggetto-oggetto della sua analisi, le tecniche utilizzate ed in parte i luoghi scelti per i suoi interventi.
L’interesse per il lettering, si è quindi trasformato in espediente per lo studio della forma fino ad approdare, oggi, ad una ricerca più ampia relativa allo spazio e alle dinamiche contemporanee.
Tra le principali mostre ricordiamo: “Whatever comes tomorrow, happened yesterday” MiniGalerie (Amsterdam); “Via Torino” Galleria Giuseppe Pero (Milano); “Tojour Beton “ Slika gallery (Lione); “1984” Galleria Civica (Modena); Artmosphere Biennale (Mosca); “MarBazar “ Ritmo (Catania);”Operazione Axum” Cripta747 (Torino).
I suoi wall paintings sono visibili sui muri di Torino, Modena, Bologna, Catanzaro, Hasselt, Varsavia, Madrid, Kosice, Breda.

, , ,

Molino & Lucidi | Früh am Morgen | 100%

Sabato a CRAC Früh am Morgen sarà 100%, visibile tutto il giorno,
dalle 10 alle 13 e dalle 17 alle 20.

Sabato 4 novembre CRAC è lieta di invitarvi alla seconda inaugurazione di Frü am Morgen.
Finalmente Saranno visibili le opere rimaste in ostaggio per più di un mese alla SDA causa il grande sciopero, motivo che costrinse ad inaugurare la mostra del 14 ottobre con una sola parte dei lavori.

Ore 18 aperitivo in Galleria!

La mostra rimarrà visibile fino al 12 novembre.